CRIF Ratings assegna il rating emittente di lungo termine “B+” a VRM S.p.A.; l’Outlook è Stabile

CRIF Ratings (‘l’Agenzia’) ha assegnato a VRM S.p.A. (‘VRM’ o ‘la società’) il rating emittente di lungo termine ‘B+’; l’Outlook è Stabile. VRM è una società specializzata nella realizzazione di componenti per il settore automotive, con fatturato pari a circa EUR 65m nel 2017.

Il rating riflette la specializzazione di VRM nella fornitura di componenti a produttori di moto ed auto sportive di lusso, che, pur essendo esposti alla ciclicità del settore, hanno dimostrato maggiore resilienza nelle fasi congiunturali negative e mantengono, secondo l’Agenzia, buone prospettive di crescita. La società è riuscita a instaurare solide relazioni di partnership con i propri clienti operando come fornitore di primo livello (Tier1), ottenendo una soddisfacente marginalità operativa, pari al 10% nel 2017, e una discreta visibilità sui ricavi futuri.

L’acquisizione del brand Marzocchi sul finire dell’esercizio 2015 ha consentito, inoltre, di allargare la gamma dei prodotti offerti ed espandere il portafoglio clienti mettendo le premesse per una penetrazione anche sui mercati esteri.

Il giudizio di rating tiene conto dell’adeguato profilo finanziario e di liquidità di VRM. A fine 2017 la società mostrava una leva finanziaria lorda (aggiustata per tenere conto dei leasing finanziari) pari a 2,6x su base EBITDA e a 4,1x su base FFO. Grazie ad un’operazione di factoring pro soluto che ha consentito alla società di ottenere circa EUR 7,6m di liquidità, al 31 Dicembre 2017 le disponibilità liquide risultavano pari a 10,4m, ovvero circa 1,4x i debiti finanziari in scadenza nel 2018.

Il rating risente tuttavia delle limitate dimensioni aziendali e dell’elevata concentrazione del fatturato su due principali clienti – Ducati e BMW - che congiuntamente hanno rappresentato circa il 75% dei ricavi 2017. Sebbene questi godano di un ottimo standing creditizio e non presentino rischi dal punto di vista del pagamento delle forniture, permane, secondo CRIF Ratings, un’elevata dipendenza dalle rispettive strategie di produzione, commerciali e finanziarie. Ciò potrebbe avere impatti sui ricavi, sulla redditività e sulle dinamiche del capitale circolante di VRM nel medio termine.

L’Outlook Stabile riflette la visibilità sui ricavi futuri di VRM, garantiti dagli accordi di fornitura in essere con i principali clienti, e le attese di mantenimento della leva finanziaria netta aggiustata sotto il 3x su base FFO. Il rating case incorpora un incremento dei ricavi per via dei maggiori ordini provenienti da clienti attuali e nuovi, e non include, invece, eventuali operazioni straordinarie (es. acquisizioni) nel periodo di previsione.

 

Rating Sensitivities

Eventi futuri che potrebbero, singolarmente o collettivamente, modificare positivamente il rating:

  • Debito Lordo Adj. / (FFO Adj. + Interessi Lordi Adj.) < 2,5x su base stabile;
  • Debito Netto Adj. / (FFO Adj. + Interessi Netti Adj.) < 2x su base stabile;
  • Riduzione della concentrazione del fatturato su cliente con mantenimento di buona qualità creditizia del portafoglio clienti.

 

Eventi futuri che potrebbero, singolarmente o collettivamente, modificare negativamente il rating:

  • Debito Lordo Adj. / (FFO Adj. + Interessi Lordi Adj.) > 4x su base stabile;
  • Debito Netto Adj. / (FFO Adj. + Interessi Netti Adj.) > 3,5x su base stabile;
  • EBITDA margin < 8% su base stabile;
  • Cassa / Debito finanziario a breve < 50%.

 

Profilo della Società

VRM SpA nasce nel 2004 da un gruppo di tecnici professionisti che da decenni operavano nel settore della telaistica per motocicli. Nel corso dei suoi primi 12 anni di attività l’azienda è costantemente cresciuta raggiungendo EUR 65,2m di fatturato a fine 2017 e 287 dipendenti a maggio 2018. Rivolgendosi al settore dell’automotive e in particolare ai motocicli di grossa cilindrata (>600cc), VRM si occupa della progettazione, costruzione e realizzazione di prototipi e attrezzature di lavorazione, fornitura di assiemi di componenti, lavorazioni meccaniche di precisione con centri di fresatura e tornatura su componenti in alluminio, magnesio e acciaio, premontaggi e assemblaggi vari e prove di tenuta. I prodotti possono essere raggruppati nella famiglia dei motori (teste motore e carter), telai (telai, controtelai e corone di guida), forcelle e sospensioni. Questi sono destinati alle linee di assemblaggio dei clienti (case motociclistiche/automobilistiche) o all’aftermarket.

A dicembre 2015 VRM ha acquistato dalla società statunitense Tenneco Inc. il ramo d’azienda Motorcycle Fork, rilevandone gli impianti, lo storico marchio di forcelle per moto “Marzocchi”, 70 dipendenti e i contratti di fornitura che vedono BMW tra i principali clienti. A fronte delle perdite attese dalla divisione, Tenneco ha ceduto il ramo a valore negativo, riconoscendo a VRM un contributo di circa EUR 6m interamente versato a fine 2015. Al fine di consentire la continuità delle produzioni, VRM ha acquisito anche il magazzino, per un controvalore pari a circa EUR 5m.

La società fa capo all’Ing. Florenzo Vanzetto, che possiede il 63,1% del capitale azionario, e al Dott. Vittorio Clò, titolare del 27,9%, mentre il restante 9% è rappresentato da azioni proprie. A giudizio di CRIF Ratings, la corporate governance di VRM presenta le criticità tipiche delle PMI, con una sovrapposizione tra proprietà e management. Gli esponenti della compagine societaria figurano infatti tra i membri del CdA, e quest’ultimo non annovera membri indipendenti. Gli stessi azionisti ricoprono, inoltre, le principali cariche manageriali all’interno dell’azienda.

Per maggiori informazioni si rimanda al Rating Summary.

 

Informazioni legali e regolamentari

Informazioni da fornire ai sensi del Regolamento (CE) n. 1060/2009 sulle Agenzie di Rating del Credito e successivi aggiornamenti

Tipologia di Rating del Credito

Il rating è stato sollecitato dall’Entità Valutata o da un Terzo Collegato pertanto CRIF Ratings ha percepito un compenso a fronte dell’esercizio analitico effettuato.

Responsabilità

CRIF Ratings S.r.l. con sede legale in Via M. Fantin 1/3, 40131 Bologna (Italia)

Analista Principale: Salvatore De Iaco, Associate Director – Corporate Ratings

Responsabile dell’approvazione del rating: Simone Mirani, Presidente del Comitato di Rating

Storia del rating

Data di prima emissione 19/06/2018

Data di ultimo aggiornamento -

Lista della azioni di rating (https://www.crifratings.com/lista-rating/vrm-spa/)

Metodologia, categoria di rating e tassi storici di default

Informazioni metodologiche usate per il rating, compresa la definizione della categoria di rating e la definizione di default, sono disponibili nel documento Corporate Rating Methodology del 12/06/2018 (https://www.crifratings.com/metodologia/). Informazioni relative ai tassi storici di default e loro interpretazione sono consultabili sul sito del CEREP (https://cerep.esma.europa.eu/).

CRIF Ratings precisa che l’outlook indica la più probabile direzione del rating su un orizzonte temporale di 12-24 mesi.

Comunicazione del rating all’Entità Valutata prima della diffusione

 

Prima della diffusione, all’Entità Valutata è stata fornita l’opportunità di esaminare il rating e i rating drivers, includendo le principali ipotesi su cui il rating e l’outlook si basano. All’Entità Valutata sono state fornite 24 ore per poter segnalare eventuali errori materiali o appellarsi alla decisione del rating, fornendo ulteriori nuove informazioni a supporto della valutazione.

A seguito della comunicazione, il rating e l’outlook non sono stati modificati.

Conflitto di Interesse

L’azione di rating elaborata da CRIF Ratings è stata eseguita in modo indipendente. CRIF Ratings non ha rilevato sulla base delle proprie procedure nessun conflitto di interesse. Gli analisti, membri del comitato di rating coinvolti nel processo, gli azionisti di CRIF Ratings e coloro che sono in grado di esercitare un’influenza significativa sulle attività economiche dell’agenzia non hanno alcun conflitto d’interesse verso la Entità Richiedente/Terzo collegato e/o l’Entità Valutata. Qualora si rilevasse in futuro un potenziale conflitto di interesse in relazione ai soggetti sopra riportati, CRIF Ratings procede a dare opportuna informazione e se necessario a ritirare il rating.

Fonti informative consultate

Sito web dell’entità valutata, fonte pubblica e proprietaria, bilanci individuali, notizie stampa, informazioni di natura confidenziali ricevute dall’entità valutata, interviste con l’entità valutata.

CRIF Ratings considera soddisfacente la qualità delle informazioni disponibili sulla Entità Valutata. CRIF Ratings non è tuttavia responsabile della veridicità delle stesse e non svolge attività di audit sulle informazioni esaminate.

Altri servizi forniti da CRIF Ratings all’Entità Valutata

L’Entità Valutata ha ricevuto in passato un servizio di valutazione di tipo Initial Point in Time Rating (‘IPITR’). La prestazione di questo servizio non ha influenzato in alcun modo l’indipendenza, la qualità dell’analisi e l’oggettività di CRIF Ratings nella presente azione di Rating effettuata.

Servizi forniti all’Entità Richiedente da D4V Services e CRIF S.p.A.

L’Entità Richiedente non ha ricevuto, direttamente e/o mediante uno dei suoi azionisti, le sue controllate o collegate, servizi di D4V Services e/o servizi di CRIF S.p.A.. Il legame di partecipazione deve essere esercitato per una quota diretta superiore al 20%.

 

Disclaimer

Il rating è una opinione indipendente fornita da CRIF Ratings S.r.l. (‘CRIF Ratings’) sul merito di credito dell’Entità Valutata e non rappresenta necessariamente una previsione di risultati futuri. I rating report, le azioni di rating e le altre informazioni rilevanti sono fornite “as is” cioè senza garanzia di alcun tipo. CRIF Ratings adotta tutte le misure necessarie a divulgare rating basati su informazioni che considera complete e affidabili; ciò nonostante, CRIF Ratings non è responsabile dell’accuratezza delle informazioni utilizzate per assegnare il rating e non svolge attività di audit su tali informazioni. Le azioni di rating sono effettuate sulla base delle linee guida metodologiche definite da CRIF Ratings. CRIF Ratings si riserva il diritto di aggiornare o ritirare i rating in qualsiasi momento in accordo alle metodologie e processi interni. Il rating non costituisce una raccomandazione ad acquistare, vendere o mantenere titoli o altri strumenti finanziari emessi dall’Entità Valutata. I rating emessi da CRIF Ratings non sostituiscono l’esercizio di un giudizio indipendente e le valutazioni personali che devono essere effettuate da una qualsiasi terza parte. In nessuna circostanza CRIF Ratings, i suoi dipendenti, dirigenti e persone coinvolte nell’attività di rating possono essere ritenute responsabili nei confronti di una terza parte a conseguenza di qualsiasi danno e/o onere diretto o indiretto, incidentale o consequenziale, derivante dall’uso del rating emesso da CRIF Ratings. Per trasferire, distribuire, rivendere, archiviare o per qualsiasi altro utilizzo delle informazioni contenute nel presente documento, si prega di contattare CRIF Ratings Via M. Fantin 1/3, 40131 Bologna, Italia.