Cosa Facciamo

Rating e Research

CRIF Ratings assegna rating a:

  • imprese (c.d. rating dell'emittente)
  • strumenti finanziari (c.d. rating di emissione)

L’esercizio di rating prevede il coinvolgimento dei vertici dell’impresa da valutare (e, ove significativo, della proprietà). Obiettivo del rating è fornire un’opinione indipendente sulla capacità e volontà dell’impresa di adempiere alle obbligazioni finanziarie, puntualmente e integralmente a scadenza. L’analisi, volta a valutare la capacità di generare flussi di cassa prospettici sufficienti a onorare gli impegni finanziari, verte su due macro-ambiti:

  1. il rischio di business, ovvero l’analisi del settore di attività dell’impresa, il suo posizionamento competitivo, le strategie, il rischio Paese/i in termini di fattori e andamenti congiunturali e strutturali
  2. il rischio finanziario, ovvero l’analisi, storica e prospettica, dei principali aggregati e indici  economico-finanziari, dei flussi di cassa e della struttura delle fonti di finanziamento.

I rating emessi da CRIF Ratings possono essere utilizzati per assolvere i requisiti prudenziali di capitale e di solvibilità di Banche, Istituzioni Finanziarie e Compagnie di Assicurazione e Riassicurazione (Riconoscimento ECAI).

CRIF Ratings pubblica Default Study, Ricerche di credito settoriali oltre a diffondere le proprie opinioni di credito su eventi rilevanti di mercato attravero Market Comments.

Servizi ausiliari

Sfruttando il know-how analitico e metodologico, e il patrimonio informativo del gruppo CRIF, CRIF Ratings offre servizi ausiliari, quali:

  • Analisi settoriali: analisi per macro settore su base quantitativa e/o qualitativa dei principali indicatori macroeconomici, di bilancio e rischio di credito
  • Analisi di benchmarking: analisi della rischiosità delle imprese presenti nei portafogli degli istituti finanziari attraverso il CRIF Business Default Index (CBDI).
  • Dimensione Confidi: analisi del rischio di credito del Confidi basata sull’analisi dei bilanci e della rischiosità del portafoglio di imprese garantite dal Confidi; è reso disponibile alle banche a sostegno delle politiche creditizie. Il servizio prevede la consegna di un report di valutazione per ciascun Confidi contenente un indice di rischio complessivo e un'analisi dettagliata di tutti i suoi principali fattori chiave
  • Private Credit Estimate: un'indicazione privata rilasciata su richiesta di una società o di una terza parte, sul probabile merito di credito della società o di un suo strumento di debito nell’ambito di acquisizioni, cessioni, ristrutturazioni o di operazioni straordinarie sul debito o sul capitale. È una valutazione point in time (non sottoposta ad attività di monitoraggio) fornita al richiedente in forma riservata
  • Risk Assessment Imprese: valutazione della solvibilità finanziaria di un’impresa non finanziaria e richiesto da una terza parte
  • Risk Assessment Pubblica Amministrazione: valutazione indipendente della rischiosità degli enti locali, regionali ed enti a partecipazione pubblica in generale, fornita a istituzioni finanziarie, assicurazioni e PA. La valutazione si basa su dati pubblici di bilancio (‘Certificati Consuntivi’) e dati statistici pubblicati da fonti pubbliche (es. Ministero degli Interni e Istituto Statistica). Le aree di analisi principali sono due: l’area socio-economica e l’area finanziaria
  • Solvency Assessment di Confidi: valutazione della solvibilità finanziaria del Confidi fornita su base privata al Confidi e richiesto principalmente nel mercato italiano
  • Solvency Assessment di Imprese: valutazione della solvibilità finanziaria di un’impresa non finanziaria fornita su base privata alle imprese
  • Solvency Assessment Pubblica Amministrazione: valutazione indipendente su base privata della rischiosità degli enti locali, regionali ed enti a partecipazione pubblica in generale, fornita all'ente valutato. Il servizio prevede la collaborazione dell’ente della PA oggetto della valutazione. La valutazione si basa su dati pubblici di bilancio (‘Certificati Consuntivi’) e dati statistici pubblicati da fonti pubbliche (es. Ministero degli Interni e Istituto Statistica)