Cosa Facciamo

Rating e Research

CRIF Ratings assegna rating a:

  • imprese (c.d. rating dell'emittente)
  • strumenti finanziari (c.d. rating di emissione)

L’esercizio di rating prevede il coinvolgimento dei vertici dell’impresa da valutare (e, ove significativo, della proprietà). Obiettivo del rating è fornire un’opinione indipendente sulla capacità e volontà dell’impresa di adempiere alle obbligazioni finanziarie, puntualmente e integralmente a scadenza. L’analisi, volta a valutare la capacità di generare flussi di cassa prospettici sufficienti a onorare gli impegni finanziari, verte su due principali macro-ambiti:

  1. il rischio di business, ovvero l’analisi del settore di attività dell’impresa, il suo posizionamento competitivo, le strategie, il rischio Paese/i in termini di fattori e andamenti congiunturali e strutturali
  2. il rischio finanziario, ovvero l’analisi, storica e prospettica, dei principali aggregati e indici  economico-finanziari, dei flussi di cassa e della struttura delle fonti di finanziamento.

I rating emessi da CRIF Ratings possono essere utilizzati per assolvere i requisiti prudenziali di capitale e di solvibilità di Banche, Istituzioni Finanziarie e Compagnie di Assicurazione e Riassicurazione (Riconoscimento ECAI).

CRIF Ratings pubblica Default Study, Ricerche di credito settoriali oltre a diffondere le proprie opinioni di credito su eventi rilevanti di mercato attravero Market Comments.

Servizi ausiliari

Sfruttando il know-how analitico e metodologico, e il patrimonio informativo del gruppo CRIF, CRIF Ratings offre i seguenti servizi ausiliari.

Per il segmento Corporate e per il segmento rivolto alla Pubblica Amministrazione:

  • Benchmarking Analysis in cui la valutazione della rischiosità dell’entità viene espressa mediante l’indicatore di rischio e può essere articolato in soluzioni modulari;
  • Financial Planner soluzione per la valutazione storica e prospettica delle imprese, che consente la simulazione delle performance economiche, finanziarie e patrimoniali delle controparti mediante la simulazione di oltre 40 voci di bilancio e la conseguente costruzione di un bilancio previsionale, contenente anche un confronto con i trend del settore di riferimento.
  • Risk Assessment in cui la valutazione del entità, basata su informazioni pubbliche elaborate dagli analisti, è rappresentata da un delivery sintetico che comprende anche l’indicatore di rischio;
  • Solvency Assessment in cui la valutazione dell’entità, basata su informazioni pubbliche ed eventualmente private elaborate dagli analisti, è rappresentata da un delivery arricchito che comprende anche l’indicatore di rischio.

 

Per il segmento Confidi:

  • Dimensione Confidi in cui la valutazione del Confidi, basata su informazioni pubbliche e private elaborate dagli analisti, è rappresentata da un delivery sintetico che comprende anche l’indicatore di rischio per i Confidi;
  • Solvency Assessment Confidi, basata su informazioni pubbliche e private elaborate dagli analisti, è rappresentata da un delivery arricchito che comprende anche l’indicatore di rischio per i Confidi.

 

Inoltre, CRIF Ratings offre:

  • Private Credit Estimate (PCE): un'indicazione privata del probabile merito di credito di una società o di un suo strumento di debito nell’ambito di acquisizioni, cessioni, ristrutturazioni o di operazioni straordinarie sul debito o sul capitale. Può essere richiesta dalla società stessa o da una terza parte.
  • Analisi settoriali: sono analisi (su base quantitativa e/o qualitativa) dei principali indicatori macroeconomici, di bilancio e di rischio di credito di un settore industriale.