Trasparenza

I servizi di rating dell’agenzia consistono:

  • nell’assegnazione e nel monitoraggio di rating regolamentari, attività poste in essere nel rispetto della disciplina di cui al Regolamento 1060/2009 e sue successive modifiche
  • nell’assegnazione e nel monitoraggio di rating privati assegnati utilizzano la stessa metodologia, gli stessi criteri e processi utilizzati per assegnare rating regolamentari. I rating privati, ai sensi del Regolamento 1060/2009, non possono essere utilizzati per fini regolamentari e non sono oggetto di diffusione al pubblico. La fornitura dei servizi di rating privati è regolata da specifici accordi contrattuali che ne definiscono la natura e le limitazioni all’utilizzo.

CRIF Ratings divulga le seguenti informazioni così come previsto dal Regolamento 1060 del 2009 e sue successive modifiche.

Informazioni generali

Conflitto di Interesse

Le informazioni riguardanti le politiche e le procedure adottate da CRIF Ratings per gestire i conflitti di interesse sono descritti nel documento “Politica in Materia di Conflitto di Interesse". Per ulteriori informazioni circa i conflitti di interesse effettivi e/o potenziali riscontrati, consultare il documento "Comunicazione ai sensi dell’Allegato I sezione E Conf. Int. Settembre 2016". I documenti sono disponibili a mezzo del link in calce alla presente pagina.

Servizi ausiliari

Per servizi ausiliari si intendono prodotti e servizi non facenti parte delle attività di rating del credito e che, come da Regolamento 1060/2009, comprendono le previsioni di mercato, le valutazioni delle tendenze economiche, l’analisi dei prezzi e altre analisi generali dei dati nonché i servizi di distribuzione connessi. In aggiunta a questa tipologia di prodotti, CRIF Ratings ha incluso nella presente categoria di servizi ausiliari altre tipologie di servizi non rientranti nella categoria di rating regolamentari o rating privati.

In particolare, i servizi ausiliari ad oggi erogati sono:

  • Analisi settoriali
  • Analisi di Benchmarking
  • Dimensione Confidi
  • Private Credit Estimate
  • Risk Assessment Imprese
  • Risk Assessment pubblica Amministrazione
  • Solvency Assessment di Confidi
  • Solvency Assessment di Imprese
  • Solvency Assessment Pubblica Amministrazione

Per maggiori informazioni clicca qui.

La comunicazione e pubblicazione del Rating

Le policy applicate da CRIF Ratings in tema di comunicazione e pubblicazione del rating sono disponibili nel documento "Politica in materia di pubblicazione dei rating del credito ed altre comunicazioni collegate di CRIF Ratings" (documento disponibile a mezzo del link in calce alla presente pagina).

Politica retributiva

La natura generale delle disposizioni in materia di retribuzione di CRIF Ratings è descritta nel documento "Natura generale delle disposizioni in materia di retribuzione di CRIF Ratings" (documento disponibile a mezzo del link in calce alla presente pagina).

Metodologie, descrizione dei modelli

I documenti sulla metodologia e sui criteri applicati da CRIF Ratings sono disponibili nella sezione metodologia nonché a mezzo del link presente in calce alla presente pagina.

Modifiche ai Sistemi, risorse o procedure

Qualsiasi modifica sostanziale apportata ai sistemi, alle risorse o alle procedure di CRIF Ratings

sono opportunamente pubblicate nella presente sezione.

  • Nuova versione aggiornata della ‘Politica in Materia di Conflitto di Interesse’   e ‘Codice di comportamento’ approvati a gennaio 2016 in calce.
  • Nuova metodologia ‘CRIF Rating Methodology: Short term Corporate Rating’ pubblicata nella sezione metodologia.
  • Nuova denominazione “CRIF Ratings” e un nuovo portale web www.crifratings.com. Leggi il comunicato stampa.

Informazioni periodiche

Le informazioni relative ai tassi storici di inadempimento e la loro interpretazione inerenti le categorie di rating di Crif Ratings sono consultabili nel sito del CEREP.

Il Database del CEREP fornisce informazioni sui rating del credito emessi dalle Agenzie di Rating registrate o certificate nell’Unione Europea e permette agli investitori di valutare su una singola piattaforma le perfomance e l’affidabilità delle diverse tipologie di rating in un arco temporale definito.

Concentrazione del fatturato sulle entità valutate

Le Entità valutate che contribuiscono per più del 5% al fatturato annuale sono riportate nel documento “Elenco entità valutate che contribuiscono per più del 5% al fatturato complessivo di CRIF Ratings”.

Documenti

Relazione di Trasparenza (2016, 2015, 2014, 2013, 2012, 2011)

Codice di comportamento

Politica in materia di conflitto d'interesse

Comunicazione ai sensi dell’Allegato I sezione E Conflitto di Interessi

Metodologie di rating

Elenco entità valutate che contribuiscono per più del 5% al fatturato complessivo di CRIF Ratings

Politica in materia di pubblicazione dei rating del credito ed altre comunicazioni collegate di Crif Ratings

Natura generale delle disposizioni in materia di retribuzione di CRIF Ratings

Archivio metodologia

CRIF Rating Methodology: Emittenti Corporate (valida fino al 20 febbraio 2017)

CRIF Rating Methodology: Emissioni Corporate (valida fino al 20 febbraio 2017)

CRIF Rating Methodology: Short Term Corporate Rating (valida fino al 20 febbraio 2017)